Reggio, per “Scirubetta” la seconda edizione è quella della consacrazione

Lun, 30/09/2019 - 18:40

Anche nell’intento del sindaco Giuseppe Falcomatà, il festival del Gelato Artigianale, “Scirubetta”, deve diventare per la città di Reggio Calabria un appuntamento caratterizzante del territorio. E, in effetti, la seconda edizione della manifestazione, svoltasi dal 14 al 17 settembre in riva allo Stretto, ha confermato il successo del primo anno, portando nel cuore della città migliaia di persone e mettendo al centro l’eccellenza artigianale del territorio.
Ed è assolutamente positivo il bilancio che traccia Confartigianato Reggio Calabria, che ha sostenuto l’evento: “Nella provincia sono operanti oltre duecento gelaterie che allineano il territorio con il trend di crescita nazionale del settore. Un settore in continua espansione che riconquista centralità rispetto alla produzione industriale che negli anni ottanta aveva messo quasi nell’angolo la produzione artigianale” è scritto in una nota. Da Confartigianato si sottolinea la capacità dei gelatieri del territorio di abbinare, professionalità, utilizzo di materie prime di grandissima qualità, tradizione e innovazione e un rapporto qualità e costo sostenibile.
L’obiettivo dichiarato, quindi, è quello di attirare in città non soltanto tantissimi addetti ai lavori ma, come è stato dimostrato in altre realtà, un flusso significativo di turisti fondamentale per Reggio Calabria: “La creazione del gelato – dicono ancora da Confartigianato - contribuisce alla crescita di tutto il settore agricolo con l’utilizzo di prodotti caratteristici del nostro sistema, garantendo anche un contributo importante all’occupazione e allo sviluppo economico. La gelateria, così come la produzione di pasticceria artigianale, rappresenta un elemento importante nello sviluppo del turismo ed entrambi devono essere valorizzati dalle istituzioni nel percorso, ancora lungo, della creazione di una filiera stretta e virtuosa tra il l’intero comparto agroalimentare e le bellezze naturali del nostro territorio”.
Il Festival, quindi, ha portato al centro della scena le eccellenze del territorio, anche attraverso la presenza di maestri gelatieri accorsi da diverse parti d’Italia. Ma è stato anche il tempo della solidarietà per l’Hospice via delle Stelle, dando quindi un positivo esempio di comunità.
Un successo ottenuto, sottolineato anche dal sindaco Falcomatà e dal Presidente Irto nel corso della visita al villaggio del festival sul lungomare, grazie alla sinergia e alla collaborazione tra varie realtà: “Il ruolo delle istituzioni soprattutto nel settore della formazione e dell’innovazione diventa decisivo. Non ci troviamo di fronte ad un settore economico obsoleto e superato, la gelateria artigianale rappresenta sempre il futuro” prosegue la nota di Confartigianato.
Insomma, per il Festival “Scirubetta”, la seconda edizione è quella della consacrazione e anche da Confartigianato arriva l’auspicio affinché il territorio riesca sempre di più a riconoscere le proprie eccellenze, al fine di poterle valorizzare: “Sono gli artigiani che danno un contributo notevole alla crescita economica e sociale , attraverso il loro lavoro silenzioso nei  laboratori di produzione, la creatività, la capacità manuale, il  sacrificio, la voglia di fare, la qualità imprenditoriale e gli investimenti effettuati malgrado un sistema bancario ostile. Sono tutte storie aziendali che meritano grandi riconoscimenti e invece sono spesso sconosciute e soprattutto non sostenute, sono attività che devono diventare punti di riferimento per i tanti giovani che vogliono dare un contributo attivo e positivo allo sviluppo e al lavoro”.

Confartigianato Reggio Calabria

Rubrica: 

Notizie correlate