Profumo di conquiste. Aperta la stagione degli accoppiamenti

Sab, 19/07/2014 - 16:49

L'estate non è una stagione qualsiasi, ma è LA stagione. Raccontano che dia alla testa, che l'innamoramento sia facile e che basti uno sguardo languido tra un uomo e una donna per far schioccare scintille. Badate bene, però, a riconoscere il famoso “true love”, perché tutto può finire con la stessa facilità con cui è iniziato. Perché d'estate ci si accoppia e ci si scoppia? Dopo un inverno nascosti sotto maglioncini e plaid, si sente il desiderio di mostrarsi. E' come un riscatto. Non aprirò la parentesi su chi possa permetterselo o meno di mettere in vista tanta roba, diciamo solo che ci si sente più fighi e allora si parte carichi. Le donne sono avvantaggiate: se non altro per il seno. Strizzato, maltrattato, costretto in costumi con super coppa che lo appendi ad asciugare il 15 giugno ed un mese dopo è ancora bagnato. Altre azzardano con la mutanda a brasiliana, peccato però che la ragazza, bassa, bianca e con le natiche a buccia d'arancia di brasiliano abbia veramente poco. Ma l'essere femminile può: col capello asciugato dal vento e gli occhialoni fa tanto vip (very insignificant people). L'uomo invece parte sfavorito, e questo dispiace. Madre Natura ha deciso di donar lui poche cose da mostrare, regalandogli un corpo pieno di peli che permetterà ad un'estetista di sfamare un'intera famiglia. Alcuni uomini sembrano degli angeli, e non perché abbiano gli occhi azzurri, ma perché hanno le ali: due strisce di peluria sulle spalle, morbide e setose. Capite bene che la gara non è equa. La tartaruga non è sulla pancia, ma è a casa, e si chiama Tina. Ognuno con i suoi difetti però, si prepara a vivere la summer love, per cui si dà il via al gioco di sguardi, di quelli in discoteca con cocktail in mano sotto le note di Pitbull (romanticismo puro). La ragazza fa l'oca, il ragazzo si avvicina e apre bocca, e il suo accento è più pesante della collana d'oro che porta al collo. Ma poco importa: per 90 giorni all'anno, tutto è concesso.

Autore: 
Sara Jacopetta
Rubrica: 

Notizie correlate