Locri, scoperto un rifugio

Gio, 12/06/2008 - 00:00

Un rifugio, probabilmente utilizzato da un clan della ’ndrangheta, e’ stato scoperto a Locri da agenti della squadra mobile della questura di Reggio Calabria e dei commissariati di Bovalino e Siderno, che, nel corso della notte, hanno effettuato decine e decine di perquisizioni domiciliari, controllando pregiudicati, nell’ambito di un’operazione che ha interessato tutta la locride. Nel corso di uno dei controlli e’ stato scoperto il rifugio in casa dei figli di Cosimo Cordi’, il boss dell’omonima famiglia ssassinato negli anni ’90. Al locale si accedeva attraverso la cucina, da una botola realizzata sotto il piano cottura, nell’alloggiamento della bombola del gas. La botola si apriva attraverso un binario

Autore: 
www.strill.it
Rubrica: