“Falce”: arriva in Italia il nuovo classico della distopia contemporanea

Dom, 17/05/2020 - 18:00

Abbiamo avuto il piacere di leggere in anteprima “Falce”, romanzo di Neal Shusterman in uscita per Mondadori, nella collana “Oscar Fantastica”, martedì 19 maggio. Il libro, una distopia fantascientifica pubblicata negli Stati Uniti nel 2016 con il titolo originale “Scythe”, è il primo di una trilogia che ha riscosso enorme successo in patria, tanto da essere recentemente attenzionato da Hollywood, che ne vuole produrre una trasposizione cinematografica a marchio Universal già entrata in pre-produzione. Il romanzo è ambientato in un futuro remoto in cui l’umanità ha lasciato la gestione economico-politica del mondo al Thunderhead, intelligenza artificiale che ha migliorato la qualità della vita delle persone. A questa società, che non conosce più crimini, corruzione e povertà, il progresso tecnologico ha garantito persino l’immortalità ma, essendosi rivelati fallimentari i tentativi di colonizzare lo spazio, la necessità di controllare l’indice demografico ha reso indispensabile la costituzione di un organizzazione, il cosiddetto “Ordine delle Falci”, che si occupa periodicamente di “spigolare” (ovvero di uccidere) le persone secondo regole ferree. Al di sopra di ogni legge e fuori dalla giurisdizione del Thunderhead, le norme osservate dall’ordine gli garantiscono di essere temuto e rispettato da tutti, ma quando due adolescenti, Citra e Rowan, vengono selezioni per divenire apprendisti falci, si innesca una catena di eventi che dimostrerà come il sistema sia tutt’altro che perfetto. Nonostante si rivolga principalmente a una platea di teenager, il romanzo non potrà che essere apprezzato anche da chi i 18 anni li ha superati da un po’, rivelandosi il passatempo perfetto se siete tra quelle categorie di persone ancora in lockdown. La scrittura scorrevole e avvincente di Neal Shusterman, specializzato in romanzi “Young Adult” e in sceneggiature per la tv e per il gaming, vi farà letteralmente divorare il libro che, al netto di qualche difetto assolutamente veniale, è destinato a buon diritto a diventare un nuovo classico della letteratura distopica contemporanea, seguendo le orme della saga “Hunger Games”. Mondadori effettua una volta di più una scommessa vincente, stampando finalmente in Italia un successo assicurato, non a caso selezionato nel 2017 in qualità di Honor Book per il Premio “Michael L. Printz”.

Voto: 7,5

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate