Voce ai candidati di San Luca

Dom, 19/05/2019 - 18:00

Klaus Davi, San Luca Klaus Davi sindaco
Perché ha scelto di candidarsi?
Per dare una mano concreta ai giovani che non hanno opportunità. Lo Stato ha deciso che intere zone del Paese siano “extra-stato” e non debbano godere di diritti e opportunità, nel silenzio della politica e delle istituzioni.
In quali condizioni versa, oggi, il suo paese?
Nella Locride le istituzioni citano spesso la Costituzione, eppure qui è disatteso il suo 1º articolo, il diritto al lavoro. San Luca e la Locride sono luoghi più belli della Florida, anzitutto perché hanno una stori millenaria fatta di cultura e integrazione, eppure vengono trattati dallo Stato come una pezza da piedi. Le cose devono cambiare.
Nel caso in cui dovesse essere eletto, quale ritiene sia l’azione amministrativa più urgente che dovrà intraprendere?
Anche se dovessi perdere darò un contributo concreto a Bruno Bartolo, perché di faide, a San Luca, ne abbiamo avute già abbastanza. Ciò detto mi batterò per potenziare l’ufficio del lavoro, valorizzare San Luca e tutta la sua area come meta turistica e garantire l’accesso al diritto alla salute. Quindi mi occuperò della strada per Polsi, tema su cui tutti dicono di volersi impegnare ma per il quale non è mai stato fatto davvero nulla.

Bruno Bartolo, San Luca ai sanluchesi
Perché ha scelto di candidarsi?
Perché lo ritengo un dovere nei confronti della mia comunità. Non è tollerabile che San Luca venga amministrato da forestieri e ho cercato di convincere alcuni giovani a prendere il mio posto, ma nessuno se l’è sentita per la spada di Damocle della legge sullo scioglimento.
In quali condizioni versa, oggi, il suo paese?
Sappiamo che San Luca viene da 6 anni di commissariamento e che le condizioni non sono ottimali. Sul piano occupazionale non è stato fatto quasi nulla e sarebbe invece importante far restare i giovani in paese.
Nel caso in cui dovesse essere eletto, quale ritiene sia l’azione amministrativa più urgente che dovrà intraprendere?
Per quanto detto in precedenza ci impegneremo a creare condizioni di lavoro per i residenti. San Luca sta diventando un paese-dormitorio, eppure abbiamo tanti giovani che si stanno affermando in tutto il mondo, ma va fatto qualcosa di concreto per farli tornare. C’è poi un problema di infrastrutture che non potrà essere risolto dall’oggi al domani, ma che affronteremo nell’arco dei cinque anni. Sarà utile cominciare dalla sistemazione della strada di collegamento per Polsi, che può creare importanti opportunità di turismo.

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate