Saranno i giovani a cambiare il volto di Locri

Dom, 20/05/2018 - 12:00

Dopo un periodo in cui il sindaco uscente di Locri ha condotto in solitaria la campagna elettorale facendo il punto di quanto è stato realizzato negli ultimi cinque anni, l’ufficializzazione della candidatura di Vincenzo Carabetta garantisce l’inaugurazione di un confronto diretto che si preannuncia senza esclusione di colpi. La distanza tra le due liste si nota fin dall’approccio a questa campagna elettorale: mentre “Tutti per Locri”, infatti, ha scelto di presentare i suoi durante un evento pubblico, “Scelgo Locri”, preferendo confrontarsi con i cittadini piuttosto che “riempire teatri”, ha inaugurato un ciclo di incontri che affronteranno le varie criticità del paese, fino alla presentazione del programma elettorale fissata per il prossimo 27 maggio. In attesa di parlare direttamente con i candidati, il nostro settimanale si è portato avanti con il lavoro, snocciolando e confrontando le linee programmatiche esposte dalle due liste elettorali, permettendo elettori più impazienti di farsi un’idea di come Locri potrebbe cambiare volto nei prossimi cinque anni.
Qualora gli venisse rinnovata la fiducia, Giovanni Calabrese promette di continuare ad amministrare la città sì adottando la stessa filosofia, ma anche implementando il proprio impegno attraverso alcune interessanti novità: prima tra tutte il “Bilancio partecipato”, uno strumento amministrativo che permetterà ai cittadini di dire la propria su dove destinare i fondi pubblici oltre che segnalare le criticità. Sarà avviata poi una campagna di sensibilizzazione all’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili, avviata la differenziata porta a porta, riqualificato l’impianto idrico e fondata la “Società di Trasformazione Urbana” che, mettendo in rete Municipio, finanziatori e comitati di quartiere, lancerà idee di riqualificazione per il lungomare. Gli edifici in stato di abbandono saranno recuperati limitando la cementificazione selvaggia e garantendo di destinare maggiore attenzione alla cura del verde pubblico. Sarà dato spazio ai giovani attraverso progetti di formazione, volontariato, alternanza scuola lavoro, supporto alle attività produttive e la costituzione della Consulta Giovanile, così come grande importanza sarà riservata al supporto alle famiglie in difficoltà, al proseguimento della lotta per il diritto alla salute e al rispetto delle pari opportunità. Attraverso il coinvolgimento dell’associazionismo si conta di dare impulso ai temi di interesse sociale, ma anche al piano di sviluppo culturale, che prevede la valorizzazione dei Poli Museali, l’ampliamento della Biblioteca, l’inaugurazione del teatro all’aperto e l’avvio di un festival di Opera e teatro. Le scuole dovranno seguire il ribattezzato “modello Virgilio” dotandosi di risorse all’avanguardia che garantiscano il giusto ampliamento dell’offerta formativa per bambini e famiglie che, viene promesso, avranno l’opportunità di crescere anche attraverso le rinnovate strutture sportive comunali. Ultimo, ma non meno importante, il turismo, che avrà nuova linfa vitale attraverso una riqualificazione dei servizi a disposizione sul lungomare e l’inaugurazione di fiere e feste che favoriscano la destagionalizzazione.
Più breve ma non meno pregno di interessanti dichiarazioni programmatiche il programma di “Scelgo Locri”. La Grosse Koalition di Vincenzo Carabetta punta tutto sulla lotta alla criminalità organizzata, punto di partenza per la realizzazione di una città che dimostri attenzione alla cultura e, attraverso essa, favorisca un turismo che dia nuova linfa vitale all’economia locale. Limitatamente alle poche opportunità dettate dal dissesto, dal quale si cercherà di uscire grazie a una task force e a un recupero coatto dei tributi che sgravi la pressione fiscale esercitata sui contribuenti onesti, bisognerà realizzare un abbattimento delle barriere architettoniche, costituire centri ascolto per le pari opportunità, riqualificare il cimitero comunale e impegnarsi, in seno alla Conferenza dei sindaci dell’ASP, a ripristinare i Livelli Essenziali di Assistenza all’Ospedale. Il “Piano cittadino dei giovani” promette di rendere i ragazzi nuovamente protagonisti della società civile e di creare posti di lavoro grazie alla sinergie con diverse realtà pubbliche e private che contribuiscano al contempo a riqualificare gli spazi abbandonati. “Scelgo Locri” ritiene inoltre che, per dare reale impulso alla stagione estiva, vada affrontato con urgenza il problema della depurazione, dell’efficientamento idrico e della raccolta dei rifiuti solidi urbani, per i quali si sta pianificando l’avvio della differenziata. Previsti, inoltre, l’installazione di un’illuminazione pubblica a LED, l’implementazione di un servizio Wi-Fi gratuito nei luoghi aggregativi e l’ammodernamento delle strutture comunali a cominciare dallo Stadio. Per ridare forza socio-politica al paese in seno alla Città Metropolitana, poi, dovranno essere avviate le pratiche di accorpamento o conurbazione con i comuni limitrofi, pratica che avrà il non secondario obiettivo di rendere più efficiente la macchina amministrativa e che dovrebbe contribuire a rendere meno lunghi i tempi di attesa per la realizzazione delle grandi opere, prime fra tutte il prolungamento della nuova 106 e la realizzazione di una darsena sulla costa.

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate