Riaceinfestival

Lun, 17/05/2010 - 00:00

L’inaugurazione della II edizione di A-Accoglienza Riaceinfestival avverrà giovedì 20 maggio con la proiezione di Sotto il Celio Azzurro di Edoardo Winspeare, documentario recentemente uscito nelle sale sull’intercultura e sulla prevenzione del disagio sociale girato nella piccola scuola materna Celio Azzurro di Roma in cui, dai primi anni ’90, è stato sperimentato un intelligente modello di educazione multiculturale che abitua i più piccoli al dialogo tra le culture. La scuola oggi ospita 45 bambini di età prescolare appartenenti a 32 nazionalità diverse. La sera di venerdì 21 maggio, alle ore 21:15 sarà invece presentato in una delle sue prime proiezioni pubbliche (la prima nella provincia di Reggio Calabria) Il volo di Wim Wenders (nella foto insieme a Luca Zingaretti, uno degli interpreti) primo filmato di produzione italiana in 3D girato quasi interamente a Riace che ha come tema centrale le esperienze di accoglienza di alcuni paesi della Locride. A-Accoglienza Riaceinfestival, Festival delle migrazioni e delle culture locali di Riace, è una manifestazione nata proprio sull’onda della politica di accoglienza e reinsediamento dei rifugiati e richiedenti asilo politico che l’amministrazione comunale del paese dei Bronzi sta attuando da alcuni anni con risultati molto positivi insieme ai comuni di Caulonia e Stignano. In questo particolare momento storico in cui la questione della coesistenza tra popolazioni e tradizioni culturali differenti emerge in modo sempre più marcato soprattutto dopo i recenti fatti di Rosarno, questo festival vuole essere una iniziativa concreta che, attraverso il giovane ed universale linguaggio del cinema, promuova lo scambio e la conoscenza reciproca per contrastare forme di chiusura e razzismo e richiami l’attenzione sul percorso innovativo attuato da questa cittadina che ha saputo coniugare accoglienza dei migranti e rilancio del suo territorio dando l’immagine di una Calabria diversa da quella delle cronache nere.Per il concorso sono pervenute 100 opere da tutta Italia ma anche da Francia e Spagna che hanno dovuto attenersi a temi attuali e importanti per partecipare alle sezioni Migranti e Culture locali, cultura materiale ma anche su temi allegri e spensierati grazie alla nuova sezione Cortometraggi: Fateci ridere!.I video saranno giudicati da una giuria tecnica al momento in via di definizione di cui faranno parte addetti ai lavori e da una giuria popolare composta da immigrati che sono ospitati a Riace grazie ai progetti Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, promosso dal Ministero dell’Interno) e da abitanti di Riace.I lavori in concorso saranno proiettati il 21 e 22 maggio e la premiazione delle opere vincitrici avverrà domenica 23 maggio insieme ad un aperitivo etnico organizzato dagli immigrati. Il festival si chiuderà appunto il 23 maggio sera con un omaggio a Wim Wenders attraverso la proiezione de Il cielo sotto Berlino .

Autore: 
Redazione
Rubrica: