Pentito racconta le dinamiche delle cosche Zito-Bertuca e Condello

Mer, 30/11/2016 - 18:21

Un pentito starebbe aiutando i magistrati reggini a ricostruire assetti e organigrammi dei clan di Villa San Giovanni e Archi. Nonostante la sua identità venga tenuta sotto stretto riserbo, si sa che l'uomo sarebbe già entrato ufficialmente nel programma di protezione testimoni. Membro della cosca Zito-Bertuca e uomo di fiducia del boss Pasquale, l’uomo sarebbe stato incaricato preferenziale delle richieste estorsive nei confronti degli imprenditori strozzati dal clan. Sempre a lui, sarebbe inoltre emerso dalle indagini, sarebbe stato affidato il compito di mediare tra la famiglia e i Condello che operavano su Villa San Giovanni. Un ruolo riconosciuto che lo avrebbe ben presto reso emissario di richieste e lagnanze che rivelatesi preziosissime per gli inquirenti, che possono adesso indagare su entrambe le cosche. Questo asso nella manica della Dda sarebbe inoltre in grado di rivelare informazioni dettagliate relativamente ai contatti che i clan possederebbero all’interno delle amministrazioni locali, in quanto il nuovo collaboratore potrebbe essere stato per lungo tempo vicino a politici e funzionari di peso per gestire delicate questioni di affari.
Fonte: corrieredellacalabria.it

Rubrica: 

Notizie correlate