Ordine dei Medici, ripartite simulazioni per accesso alla Specializzazione

Lun, 08/05/2017 - 16:17

Dopo gli ottimi risultati dello scorso anno, sono ripartite le simulazioni per i test di accesso alle scuole di specializzazione presso l’Ordine dei Medici di Reggio Calabria.  La serie di incontri gratuiti rivolti, in particolar modo, ai giovani iscritti che concorreranno al prossimo concorso per l’accesso alle Specializzazioni Mediche, sarà curato, anche quest’anno, dal docente universitario, prof. Saverio Loddo.
Ad aprire i lavori è stato il Presidente dell’ente, dr Pasquale Veneziano che ha invitato i giovani medici ad avvicinarsi all’Ordine ed a frequentarlo in quanto “pur non essendo un sindacato è comunque un’istituzione che cerca di venire incontro alle esigenze degli iscritti ed, in particolare, di coloro che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro”.
Il Presidente dell’Ordine dei Medici ha ringraziato il prof. Loddo che, a titolo assolutamente gratuito, mette a disposizione dei giovani colleghi le sue competenze e la sua professionalità.
Un concetto, questo, ribadito anche dal Vicepresidente, dr. Giuseppe Zampogna, il quale ha rammentato che, a breve, per i neoiscritti sarà organizzato, come ogni anno, un corso di deontologia e Blsd, sottolineando che “da un buon comportamento deriva una buona comunicazione ed un buon rapporto con gli altri, intendendo per altri pazienti, colleghi ed istituzioni”.
In rappresentanza della Commissione giovani medici, coordinata dal dr Giuseppe Ielo e dal dr Marco Tescione, è intervenuto il dr. Antonino Loddo il quale ha rammentato come l’idea delle simulazioni sia scaturita proprio da una proposta della Commissione.
 “E’ stata una scommessa – ha chiosato il prof. Saverio Loddo – che ha avuto dei risultati lusinghieri per merito di ragazzi che si sono dimostrati motivati e preparati”.
“L’obiettivo di questa iniziativa – ha puntualizzato il docente universitario – è soprattutto quello di affinare delle strategie di studio per affrontare il test di accesso alle scuole di specializzazione”.
L’Ordine dei Medici reggino, ha deciso di sostenere la proposta della Commissione Giovani Medici, organizzando un percorso formativo che rappresenti uno strumento per verificare i progressi compiuti dai candidati nei mesi fondamentali di studio e ripasso.
Con cadenza settimanale, si svolgeranno delle simulazioni durante le quali si somministreranno questionari di 100 domande ciascuno: 70 domande saranno di parte generale e le ulteriori 30 domande ricalcheranno la tipologia di esame su cui verterà la seconda prova (cioè i casi clinici secondo area di appartenenza) dividendole per ognuna delle suddette aree (saranno proposte, quindi, 10 domande di area medica, 10 di area chirurgica e 10 di area dei servizi).
Dopo aver completato il questionario, allo scopo predisposto, verrà eseguita in aula la correzione delle 100 domande per fornire ai candidati uno strumento rapido di consultazione e di approfondimento degli argomenti proposti ed il cui risultato numerico sarà noto solo al singolo partecipante.
La correzione guidata del questionario sarà effettuata dal Prof. Saverio Loddo che aiuterà i candidati sia per la comprensione dei quesiti che per la corretta strategia di scelta delle risposte. 

Ufficio Stampa OMCEO RC

Rubrica: 

Notizie correlate