MUSABA… Eppur qualcosa di muove!

Dom, 24/09/2017 - 12:00

Sembra tirare finalmente buona aria per il MuSaBa di Nik e Hiske Spatari. Nelle scorse settimane il Parco Nazionale d'Aspromonte ha deciso di sostenere lo straordinario Museo di Santa Barbara mettendo sul banco 25.000 euro che serviranno a salvare una delle Opere d’Arte più importanti del territorio. Il “Sogno di Giacobbe”, il grande affresco tridimensionale dell’Artista Nik Spatari, denominato anche “la Cappella Sistina calabrese”, richiede, infatti, interventi urgenti di messa in sicurezza, tra cui la copertura della Chiesa “Santa Barbara” che ospita il capolavoro, messa a rischio da alcune infiltrazioni di acqua.
Il Parco Nazionale d’Aspromonte, dunque, ha risposto prontamente all’appello di Nik e Hiske intervenendo direttamente per la salvaguardia del patrimonio artistico del Museo Santa Barbara, con cui, peraltro, soprattutto negli ultimi anni, intensa e proficua è la collaborazione. A raccogliere l'SOS lanciato dai due artisti anche il governatore della Calabria Mario Oliverio. "#MuSaBa: sosterremo il restauro del tetto dell'ex chiesa di Santa Barbara" ha postato sul proprio profilo facebook il giorno dopo l'incontro con Nik e Hiske, avvenuto lo scorso 29 agosto. Non è stato, però, ancora definito a quanto ammonterebbe l'importo del contributo destinato al MuSaBa. Speriamo non si risolva tutto con una stretta di mano.
Nel frattempo, nei giorni scorsi, Nik e Hiske hanno ricevuto la visita del più fantasmagorico poeta della canzone italiana, Mogol. Tre artisti a confronto, dunque: da un lato, Mogol, autore di versi ormai considerati classici della letteratura, pieni di colori, di suggestioni e di emozioni, dall'altro Nik, sempre accompagnato dalla sua Hiske, che lo ha aiutato a divenire il più immaginifico artista del Mediterraneo, e a fare dei suoi sogni e delle sue ossessioni poetiche sculture, installazioni, quadri e architetture.

Rubrica: 

Notizie correlate