Lavoratori ex legge 28: arrivano risposte dalla Regione?

Mer, 17/10/2018 - 19:20

«Finalmente l’Amministrazione regionale batte un colpo. Per lunedì è stata convocata alla Cittadella una riunione tra il governatore Oliverio, l’assessore al Lavoro Robbe, le sigle sindacali e i dipendenti per discutere del futuro dei 287 lavoratori ex Legge 28/2008 e Legge 8/2010 che attendono di essere stabilizzati. Pareva essere finita nel dimenticatoio di palazzo Campanella la loro richiesta di audizione che era stata formulata circa un mese fa, considerato che la Conferenza dei capigruppo che si è riunita negli scorsi giorni a palazzo Campanella aveva inspiegabilmente ignorato il problema».
Lo sostiene il delegato dell’Udc per Reggio Calabria Riccardo Occhipinti il quale chiede alle Istituzioni competenti e al governatore della Calabria Mario Oliverio di agire immediatamente senza perdere ulteriore tempo, se davvero si vuole evitare che quasi 300 famiglie vedano spazzato via il proprio futuro. «Alla Cittadella, quasi un mese fa, il presidente della giunta regionale e gli assessori competenti – ricorda Occhipinti – avevano formulato due proposte per trovare una soluzione prima della scadenza dei contratti dei 287 lavoratori che è fissata al prossimo 31 dicembre. Una prevede la stabilizzazione da parte dell’Ente Regione, l’altra l’assorbimento all’interno di Calabria Lavoro. La seconda ipotesi ha destato più di qualche perplessità da parte delle sigle sindacali che hanno avanzato dubbi di compatibilità con il sistema legislativo vigente, essendo Calabria Lavoro un Ente Pubblico Economico. La speranza è che adesso – afferma ancora Riccardo Occhipinti –gli assessorati e dipartimenti regionali siano finalmente arrivati a una soluzione che possa consentire ai 287 lavoratori di vedere chiaro nel loro futuro. E’ inaccettabile il trattamento che l’Amministrazione regionale sta riservando a lavoratori che, pur lavorando in condizione precarie da lunghi anni, hanno sempre svolto con il massimo dell’impegno e della dedizione il proprio servizio. Si arrivi in tempi rapidi ad una soluzione – conclude Occhipinti – l’Udc continuerà a vigilare sulla vertenza in corso e starà al fianco dei lavoratori fino al conseguimento del risultato».

Riccardo Occhipinti
Delegato Udc Reggio Calabria

Rubrica: 

Notizie correlate