I primi dettagli dell’operazione che ha condotto all’arresto di 90 persone

Mer, 05/12/2018 - 10:40

Un blitz che parte in contemporanea in quattro Paesi diversi. Manette che scattano nella Locride, come in Germania, Olanda e Belgio, mentre altri colleghi operano in diversi paesi dell’America Latina, per 90 arresti. È questo il risultato della maxioperazione internazionale, per l’Italia coordinata dalla Dna e dalla Dda di Reggio Calabria, scaturita da un’inchiesta europea sviluppata in ambito Eurojust. Per la prima volta, un vero e proprio team europeo di inquirenti e investigatori di Paesi diversi, il Joint investigation team, ha lavorato gomito a gomito per tracciare un percorso d’indagine comune, con un obiettivo comune: colpire la ‘ndrangheta e le reti di supporto che in tutta Europa hanno permesso non solo di importare droga, smistarla e reinvestirne i profitti. Un affare delle storiche famiglia della Locride, con i Pelle- Vottari da fare registi e i Ietto di Natile e gli Ursino di Gioiosa a supporto. Una trentina, secondo le prime indiscrezioni, gli arresti nella Locride. Nella rete creata dai clan della Jonica sarebbero stati coinvolti non solo calabresi, ma anche capi e gregari di organizzazioni criminali dei diversi Paesi in cui la ‘ndrangheta ha gestito traffici e affari. Fra loro, anche una piccola organizzazione turca specializzata nella realizzazione di doppifondi su auto e camion per occultare la droga e facilitarne il trasporto attraverso i diversi Stati dell’Ue. Per tutti, le contestazioni sono a vario titolo di associazione dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, associazione mafiosa, riciclaggio, fittizia intestazione di beni ed altri reati, aggravati dalle modalità mafiose. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 16:30, presso gli Uffici della Direzione Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo (via Giulia, 52 – Roma) alla presenza del Procuratore Nazionale e del titolare della Procura Distrettuale di Reggio Calabria.

Rubrica: 

Notizie correlate