Furto alla cabina elettrica manda in tilt il depuratore di Ardore

Lun, 25/09/2017 - 19:40

COMUNICATO STAMPA - Apprendiamo con indignazione dell'ennesimo furto ad opera di ignoti, avvenuto  nella cabina elettrica che alimenta il Depuratore Consortile  e che si trova fuori dell’area video sorvegliata di c.da Vescovado.
I danni ammontano a circa 5.000 € ma cosa ancora più grave è che, tutto ciò  ha provocato il fermo dell’impianto di depurazione per mancanza di energia elettrica.
Gli ignoti hanno forzato la porta in ferro della cabina elettrica che alimentava tutto l’impianto, potendo così agire indisturbati e trafugare ben otto cavi elettrici in rame del diametro di circa 1,5 cm per una lunghezza complessiva di 250 metri.
Gli uffici competenti sono già al lavoro per cercare di ripristinare nel più breve tempo possibile  i danni causati e  riportare a regime l’impianto, nonostante le difficoltà di reperimento dei materiali  in tempi brevissimi.
L’intera area è al vaglio delle forze dell’ordine per cercare di chiarire le dinamiche.
L’Amministrazione Comunale si augura che quanto prima venga finanziato il progetto di videosorveglianza del territorio, già vagliato dalle autorità competenti e nell’attesa si impegna  ad adottare tutte le misure utili al fine di evitare che tali atti debbano ripetersi

L’Amministrazione Comunale 

Rubrica: 

Notizie correlate