FSI: “Si chiarisca la promozione di un infermiere all’Ospedale di Locri”

Ven, 19/01/2018 - 10:20

Reggio Calabria, 15 gennaio 2018
Sig. Direttore Generale
Azienda Sanitaria Provinciale
REGGIO CALABRIA

Sig. Direttore Sanitario
Azienda Sanitaria Provinciale
REGGIO CALABRIA

OGGETTO: Richiesta revoca immediata disposizione di servizio n° 5 del 12/01/2018

La scrivente Organizzazione Sindacale ha appreso dal sito aziendale la disposizione di servizio n° 5 del 12/01/2018 con la quale un CPS- Infermiere è stato nominato referente per le sale operatorie del Presidio Ospedaliero di Locri.
Siamo certi della buona fede del Direttore Sanitario Aziendale il quale ha agito nell’interesse esclusivo dell’Ospedale e del funzionamento del blocco operatorio così come siamo certi che  il dipendente in questione meriti questa promozione sul campo, ma è pur vero che ci sono tanti altri operatori che si trovano nella sua stessa situazione lavorativa i quali si preoccupano di garantire la continuità organizzativa e la missione istituzionale dedicandosi con serietà e dedizione all’assolvimento dei propri doveri  ma che non hanno avuto alcun conferimento di incarichi da parte della Direzione Sanitaria Aziendale, forse perché figli di un Dio minore!!
Non possiamo esimerci dallo stigmatizzare ed esprimere osservazioni di opportunità in quanto ad avviso della scrivente si sarebbe dovuto procedere alla stregua di tutto il personale che svolge le stesse mansioni dell’infermiere in questione, al fine di evitare comportamenti discriminatori e mettere i Lavoratori sullo stesso piano  senza conferire posizioni di privilegio del soggetto incaricato rispetto a tutti i lavoratori dell’ASP in possesso dei titoli che potevano aspirare a tale incarico vista anche  la campagna elettorale in atto per le imminenti elezioni delle elezioni RSU.
Entrando invece nel merito della disposizione è bene ricordare che nell’Atto Aziendale approvato dalla Regione con DCA n:57 del 29.03.2017 al punto 5.20 si legge testualmente “incarichi di coordinamento nel numero pari a uno rispetto ogni struttura complessa”
Nell’allegato 3 “Organizzazione Assistenza Ospedaliera”,individuazione dei posti letto e delle strutture organizzative , per l’ospedale di Locri non è prevista alcuna struttura complessa riferibile a “ blocco operatorio” e “ centrale di sterilizzazione”.
Inoltre, il D.G. con disposizione di servizio n. 58 del 31-07.2017 rendeva esecutivo l’Atto Aziendale riportando testualmente: “…..con l’entrata in vigore dell’atto aziendale sono revocati tutti gli incarichi dirigenziali relativi a strutture organizzative complesse e semplici dell’azienda, nonché a posizioni organizzative e di coordinamento preesistenti e non più previste nell’Atto Aziendale stesso.
Occorre inoltre precisare che trattasi a tutti gli effetti di atto formale  di conferimento di mansioni superiori ancorchè “provvisorio”, in cui non viene indicata la durata temporale di assegnazione che secondo la normativa vigente non può essere superiore a sei mesi continuativi nei casi di improvvise necessità per assenza del titolare e che nonostante non comporti impegno di spesa potrebbe dare diritto al risarcimento qualora il dipendente in questione procedesse attraverso ricorso in via giudiziale e ciò comporterebbe ulteriore contenzioso con l’Azienda in quanto il ricorrente grazie a tale disposizione potrà dimostrare di aver svolto funzioni non attinenti alla sua qualifica.
Per quanto sopra, la FSI nel contestare la disposizione di servizio in oggetto indicata, chiede l’immediata revoca.
Si resta in attesa di urgente riscontro. 

IL SEGRETARIO TERRITORIALE
f.to    Emanuela Barbuto

Rubrica: 

Notizie correlate