Elezioni Amministrative: Gioiosa e Locri scelgono la continuità

Lun, 11/06/2018 - 09:20

La tornata elettorale di domenica 10 giugno, nei paesi della Locride chiamati al rinnovo dei rispettivi consigli comunali, ha decretato la vittoria netta dei due candidati a sindaco uscenti. Nonostante le polemiche relative a differenziata, campo sportivo e gestione dell’area archeologica del Naniglio, che hanno infiammato la campagna elettorale e spinto la coalizione guidata da Tito Greco a tacciare di immobilismo la giunta comunale guidata da Salvatore Fuda, i cittadini gioiosani hanno premiato “Gioiosa Bene Comune” con il 63,39% delle preferenze. Ancora più netta, a Locri, l’affermazione di Giovanni Calabrese e della sua “Tutti per Locri” che, raggiungendo il 70,81% delle preferenze, dimostra quanto l’impegno di Calabrese e della giunta uscente sia stato “compreso e apprezzato” daicittadini. Nonostante si tratti di una lista civica, l’onorevole di Forza Italia Francesco Cannizzaro, ieri sera presente a Locri a supporto di Giovanni Calabrese e dei suoi, ha voluto leggere nel risultato elettorale un segnale positivo per la riorganizzazione del centrodestra nel nostro comprensorio e nell’area ionica reggina in vista delle prossime prove elettorali (il rinnovo della carica di Sindaco Metropolitano e le sempre più vicine Elezioni Regionali), un dato comunque in linea con quanto fatto registrare nel resto dei comuni chiamati al voto in tutta la nazione. In linea con quelli di cinque anni fa i dati relativi all’affluenza, con Gioiosa Ionica che si ferma al 56,93% (nel 2013 furono 57,97% gli aventi diritto che si recarono alle urne) e Locri che raggiunge il 65,29% (erano stati 65,82% nel 2013).

Rubrica: 

Notizie correlate