Addio Cavaliere Baggetta

Lun, 07/01/2008 - 00:00

Piaceva tanto a pochi e non poco a tanti. Noi siamo contenti di questo. Noi, di questa piccola (sua)
 redazione, gli volevamo bene.
 Possedeva le chiavi del mondo, di un mondo fantastico che aveva in
Siderno la sua capitale. A Siderno, per lui, c’era sempre sole, e dove
 c’erano i sidernesi era tutto più splendente. Da Toronto a
 Melbhourne, da Genova a New York, finanche sulla luna.
Adesso che te ne sei andato, caro Mimmo, ti dobbiamo dire che
 Siderno è soltanto la più graziosa cittadina della locride. Ci perdonerai, ma è già un risultato. Ci
 impegneremo per migliorala. Seguendo il tuo pensiero,
la tua positività, i tuoi
 insegnamenti affinché anche
 dalla stanza più fredda possano
prendere vita le passioni più
roventi e autentiche.
L’ultimo viaggio l’hai fatto in silenzio, non ci hai detto nulla.
Ne conosciamo il motivo: Avrai
pensato che non ti avremmo
riconosciuto senza la tua allegria? Ti sbagliavi, quella l’avevamo nel cuore.
Una promessa: ci impegneremo al massimo per non finire l’inchiostro.
Ti vogliamo bene Cavaliere e non solo perché tu ce ne hai voluto tanto.
la Riviera

Autore: 
Redazione
Rubrica: