… e venne il giorno della Locride

Dom, 13/01/2019 - 12:40

Leonida Repaci chiude il suo Quando fu il giorno della Calabria con l’auspicio “Utta a fa juornu c’a notti è fatta!”.
Aveva poco prima fatto dire al Creatore che i mali scatenati dal maligno non avrebbero impedito alla Calabria di raggiungere la felicità, solo ci sarebbe voluto più di sudore. Il sudore è una secrezione del corpo sottoposto allo sforzo della fatica. Ricordiamolo. Ma si può sudare anche per l’inerzia, solo che questo è sudore freddo che diventa stillicidio e non produce felicità. Anzi! il sudore freddo può essere provocato da stati di agitazione o indigestione ma può anche essere il sintomo di un infarto del miocardio. A parte qualche caso di sudore da sforzo per la maggiore notiamo tanta sudorazione fredda. Vediamola meglio. Premesso che la Locride non è un’entità politica né amministrativa ma solo geografica, essa copre una superficie di 1366,60 km² e comprende 131.985 abitanti in 42 comuni con una densità media di 103 ab./km². La fascia costiera dell'area è ancora denominata Costa dei gelsomini (o Riviera dei Gelsomini) seppur non se ne senta più la fragranza. Se la sudorazione fredda non è provocata da agitazione, infatti non ne vediamo, potrebbe esserlo da indigestione. Un vecchio adagio recitava u assai è comu u nenti, possedere molto è come non avere nulla! A Stilo la cattolica, e non solo! A Bivongi il Marmarico, e non solo! A Pazzano Santa Maria della Stella, e non solo! A Monasterace il Drago di Kaulon, e non solo! A Camini il monastero di San Leonte, e non solo! A Riace i Santi Medici e Lucano, e non solo! A Stignano villa Caristo, e non solo! A Placanica il tabernacolo del Gagini, e non solo! A Caulonia l’Eremo di Sant’Ilarione, e non solo! A Roccella il Castello e la torre Pizzo Falcone, e non solo! A Grotteria le necropoli arcaiche, greche e romane, e non solo! A Martone la chiesetta rupestre di S. Anania, e non solo! A San Giovanni di Gerace il paradiso del Levadio, e non solo! A Mammola il Salino e monte Scifo, e non solo! A Gioiosa il Naniglio, e non solo! A Marina di Gioiosa la Torre Galea, e non solo! Ad Agnana le terme, e non solo! A Canolo la grotta Zagaria, e non solo! A Siderno i palazzi nobiliari, e non solo! A Gerace la Basilica dell’Assunta, e non solo! A Locri la Persefone (sic!), e non solo! Ad Antonimina le Terme, e non solo! A Ciminà il cumino e le cascate Caccamelle, e non solo! A Portigliola il teatro greco-romano, e non solo! A S. Ilario il Castello di Condojanni, e non solo! Ad Ardore la Madonna della Grotta, e non solo! A Bovalino la Mocta Bubalina, e non solo! A Platì l’eremo di San Nicola dei Prati, e non solo! A Careri l’antica Pandora, e non solo! A Benestare l’Ariaporu, e non solo! A San Luca Polsi e Pietra Cappa, e non solo! A Casignana la Villa Romana, e non solo! A Sant’Agata il palazzo Borgia, e non solo! A Caraffa Santa Maria degli Angeli al Pizzo, e non solo! A Samo il borgo di Precacore, e non solo! A Bianco lo Zoparto e la scogliera, e non solo! Ad Africo le Palmarello, e non solo! A Ferruzzano il bosco di Rudina, e non solo! A Bruzzano Rocca Armenia, e non solo! A Staiti S. Maria dei Tridetti, e non solo! A Brancaleone Capistrello e la Caretta caretta, e non solo! A Palizzi la Madonna dell’Alica, e non solo! A tutti i 42 paesi il clima temperato, la biodiversità più ricca, il vino, il bergamotto, le arti, i mestieri, la gustosa cucina. Tutti elementi che fanno tremare i polsi ma ai nostri amministratori fanno al massimo tremare le gambe. A quando un progetto per la Locride? Un progetto di felicità comune che ci faccia sudare caldo ma riuscire!

Autore: 
Arturo Rocca
Rubrica: 
Tags: 

Notizie correlate