‘ndrangheta a Milano: arrestato il cognato del boss Natale Alvaro

Mer, 16/05/2018 - 12:40

Soldi frutto di evasione fiscale, incamerati attraverso un sistema di false fatture, sarebbero stati investiti tra la Romania e Milano finendo nelle tasche della ‘ndrangheta. È il quadro dell’indagine, coordinata dalla Dda di Milano, che oggi ha portato all’arresto di 8 persone e condotto al sequestro di un bar di via Pirelli, nei pressi del Pirellone. Tra gli arrestati figurerebbe Bruno Crea, cognato di Natale Alvaro, presunto boss al vertice della ‘ndrina di Sinopoli San Procopio, già condannato per associazione mafiosa. Il profitto dell’evasione ammonterebbe a circa 8,6 milioni. Le accuse sono associazione per delinquere finalizzata a reati tributari aggravati dall’agevolazione mafiosa oltre che il tentativo di avviare un’attività di smaltimento illecito dei rifiuti in un piccolo paese della provincia di Monza e Brianza.

Rubrica: 

Notizie correlate